giranti delle pompe chiuse e girante a pala aperta

Le tipologie di girante nelle pompe: girante chiusa e girante a pala aperta

Le pompe centrifughe sono sistemi che sfruttano la forza centrifuga per generare energia. Questa rappresenta il modo per poter muovere anche grandi quantità di fluidi di varia natura. Tra le principali differenze delle pompe centrifughe c’è la presenza di una girante chiusa o di una girante a pala aperta

In generale, le pompe centrifughe hanno una struttura molto simile tra loro, mentre quello che può davvero fare la differenza è il girante racchiuso all’interno che ne determina il suo funzionamento. 

La tipologia di girante comporta differenze di pressione e portata della pompa e, quindi, può determinare anche il suo utilizzo.

A cosa servono le giranti

Si può dire che le giranti rappresentino il “cuore” delle pompe centrifughe. Infatti, è proprio questo componente che consente di generare la forza necessaria per far muovere i fluidi. 

Quando la girante chiusa o girante a pale aperte è in funzione, quindi, il fluido risucchiato viene immesso nel tubo da cui poi entra nella pompa. Inizialmente, il liquido va nella parte centrale della girante, ma poi le pale permettono di trasformare l’energia cinetica nella pressione che va ad attivare la pompa.

Non è possibile definire quale sia la migliore tra la girante chiusa e girante a pale aperte. Le pompe centrifughe devono essere valutate in base alle diverse esigenze e alle tipologie di fluidi che devono trattare. 

Tipologie di girante

Quello che accomuna le varie tipologie di girante è la presenza di una palettatura sul dorso. Questa particolare configurazione svolge una precisa funzione: quella di tenere sotto controllo le spinte assiali e quelle pressorie che arrivano nella camera di tenuta.

Inoltre, tutte le giranti, indipendentemente dalla tipologia, vengono equilibrate prima del loro montaggio sulle pompe per garantire un movimento regolare e fluido. Una pompa centrifuga va scelta proprio in base al tipo di girante perché è proprio questa che determina le prestazioni di questo sistema. 

Girante chiusa e girante a pala aperta: le differenze

Girante chiusa e girante a pala aperta, con funzionamento radiale o semi assiale, sono quelle utilizzate dalle pompe centrifughe impiegate per usi civili e industriali. 

  • Girante chiusa: Sebbene funzionino più o meno nello stesso modo, le pompe a girante chiusa sono più indicate per controllare un’eventuale turbolenza dei fluidi e offrono maggiori prestazioni in caso d’intasamento o in presenza di fluidi con un’elevata concentrazione d’impurità. Le pompe centrifughe con girante chiusa possono avere un numero di pale variabile da 5 a 7 con diverse dimensioni. Si va, solitamente, dai 125 mm a un massimo di 550mm. La curvatura, invece, determina la prevalenza e la portata. 
  • Girante a pala aperta: offrono una prevalenza maggiore, ma possono avere dei rendimenti inferiori, soprattutto quelle radiali che si caratterizzano per rendimenti decrescenti rispetto alla portata.

I materiali della girante: i vantaggi dei polimeri plastici

Nella scelta della pompa centrifuga più adatta alle proprie esigenze è determinante anche il materiale utilizzato per la girante

Solitamente, la prima scelta è la ghisa o l’alluminio pressofuso, entrambi molto resistenti e durevoli, ma non mancano giranti realizzate con materiali plastici.

In questo caso, la composizione della plastica può essere diversa e anche questo può incidere sulle prestazioni e sulle funzionalità della pompa centrifuga. 

Se si utilizza la pompa centrifuga principalmente per fluidi civili o per l’industria di processo, la scelta di una girante realizzata in plastica offre alcuni vantaggi.

Le giranti in plastica sono molto leggere e, questa loro caratteristica, le rende ideali per ridurre le sollecitazioni dell’impianto. 

La pompe centrifughe che montano una girante chiusa o una girante a pala aperta di plastica offrono una durabilità maggiore e minore necessità d’ interventi di manutenzione. Ovviamente, non è indifferente anche il risparmio economico che si ottiene scegliendo le giranti in plastica.

Le giranti in plastica sono realizzate a base di polimeri molto resistenti all’usura e agli agenti chimici e abrasivi che potrebbero essere presenti nei fluidi. 

La tipologia di liquido, o meglio alcuni suoi parametri come la concentrazione di cloruro, il PH medio, la temperatura e la presenza di ossigeno o altri elementi chimici, dovrebbero essere presi in considerazione quando si valuta la scelta delle pompe centrifughe.

In linea generale, comunque, le giranti in plastica, sia che si tratti di modelli chiusi o a pale aperte, sono una buona soluzione per il trattamento delle acque reflue civili e industriali.

Girante chiusa e girante a pala aperta nelle pompe Viesse 

Le pompe Viesse, in particolare quelle della serie “Robusta”, sono strumenti adatti sia per il trattamento dei fluidi di tipo industriali sia di quelli agricoli. Si tratta di modelli che hanno la voluta separata dal corpo pompa. Questa configurazione consente di proteggere ulteriormente la girante.

Le pompe Viesse “Robusta” si distinguono per la loro elevata versatilità. Infatti, un punto di forza è sicuramente la possibilità di sostituire agevolmente la girante, che è aperta e a doppia curvatura, in base alle necessità operative. 

In caso di usura, cosa che nei modelli Viesse si verifica dopo un lunghissimo e intenso utilizzo, le giranti possono quindi essere sostituite facilmente grazie all’assenza di viti.

Le elevate prestazioni delle pompe centrifughe Viesse sono dovute anche a un progettazione puntuale che è avvenuta in collaborazione con il Dipartimento di Macchine dell’Università di Padova. 

Non solo è stato possibile realizzare un modello di pompa molto resistente e capace di gestire al meglio anche i fluidi limacciosi e sabbiosi oltre che i componenti abrasivi. Si è puntato a perfezionare la girante aperta per ottenere il massimo risparmio energetico possibile.

In particolare, la girante aperta è provvista di pale aperte molto snelle, che quindi offrono ampi canali di passaggio per i fluidi, con un profilo tale da limitare l’usura.

La pompa “Robusta” si contraddistingue per: 

  • la sua conformazione che funge da scudo alla girante,
  • l’ottimizzazione idraulica delle pale
  • l’assenza di viteria che aiuta a ridurre i fenomeni di usura e abrasione e permette una sostituzione rapida della girante.

Le pompe centrifughe Viesse offrono ottime prestazioni e un’elevata durabilità. Inoltre, possono essere configurate al meglio per soddisfare le esigenze dei clienti scegliendo la tipologia di corpo autoadescante, la sua forma e la dimensione. 

Vuoi chiedere informazioni?

Siamo qui per soddisfarti!

* Campi obbligatori